Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese Spagnolo

(Testo Carlo Forni)

Bruno De Silvestri ci ha lasciati a 49 anni, e lo ha fatto con una sua ultima immersione, profonda in metri quanto i suoi anni: troppi forse i metri, anche se per lui erano la normalità, troppo pochi gli anni per lasciare il mondo della pesca in apnea, che sentirà forte la sua mancanza. Sono state le acque di Porto Corallo, in Sardegna, in qualche modo a tradirlo e a portarcelo via. Mi permetto, io che amo e lavoro anche nel motorsport, di paragonare il vuoto che lascerà Bruno a quello che Ayrton Senna lasciò quando perse la vita sul circuito di F1 ad Imola. Un confronto forte, ma vero, viste le qualità non solo atletiche, ma anche umane del nostro campione.

Carismatico, umile, sempre sorridente e amichevole, Bruno se ne è andato facendo ciò che più amava e di cui era un grandissimo campione, la pesca in apnea. Parlare dei suoi innumerevoli successi e delle sue enormi capacità di pescatore in apnea non avrebbe senso, visto che chi pratica questo sport conosce bene i successi di Bruno De Silvestri. Allora abbiamo voluto salutare e celebrare questo Campione con l’enorme abbraccio delle parole dei suoi compagni e amici del team Cressi, sia il team italiano che quello spagnolo, di cui Bruno, un poco come un capitano e saggio condottiero, faceva parte.

La redazione di ApneaPassion è vicina alla Famiglia di Bruno.

Smiling Bruno De Silvestri Cressi team
Lo stupendo sorriso amichevole caratteristico di Bruno De Silvestri

Antonio Cressi (Titolare Cressi, a nome di tutta la ditta): “Siamo tutti addolorati per aver perso una grande persona, un atleta di valore e un professionista nel suo lavoro … Un uomo semplice e ben preparato … Tra i migliori atleti che abbiamo avuto nella nostra azienda… Con il cuore faccio alla sua famiglia le più sentite condoglianze”

Bruno De Silvestri con solo alcuni dei suoi trofei

Team Cressi Italia

Nino Piras (Team manager): “Oggi non è per niente una bella giornata … Vi confesso senza nessuna vergogna che ho pianto e ogni messaggio che leggo continuo a farlo… Caro Bruno … Mi avevi fatto piangere di gioia costringendomi a tenere gli occhiali da sole per non farmi vedere … Le tue vittorie mi avevano riempito di orgoglio e di emozione, felice di averti con noi nel nostro team … Quanta gioia …!! Adesso piango, senza nascondermi, per averti perso… Sei sempre stato un vero signore, nella tua vita riservata, nel tuo lavoro, un vero professionista preparato, e nell’agonismo per come tutti ti abbiamo conosciuto e rispettato. La tua vita era nel mare: lavoro, sport, sentimento. Voglio pensarti sempre così, felice per questo, anche se lui questa volta ti ha tradito e ha tradito tutti noi portandoti via …”

Bruno De Silvestri

Dario Maccioni (atleta nazionale): “Bruno sei stato tra gli agonisti più forti e determinati della pesca in apnea. Un carattere molto particolare, ma molto rispettoso ed estremamente intelligente. Le grandi persone nella vita lasciano un segno indelebile e tu sicuramente lo hai lasciato. Difficilmente verrai scordato perché rimarrai sempre un grande campione, un esempio per tutti noi.”

Kristian Corrias (attuale Campione Italiano in coppia proprio con De Silvestri): “Sono scosso dalla notizia. Ho perso un AMICO, nonchè compagno di pesca e di mille avventure. CIAO AMICO MIO”

Fabio Della Spora (atleta): “È complicato ricordare un amico, troppo difficile. Rimarranno sempre le telefonate “propiziatorie” prima di ogni gara in qualsiasi parte del mondo, le serate passate insieme ai campionati, il mirto ad Arbatax e le discussioni all’Europeo di Minerva. Solo una cosa: ci mancherai! Fa Buon viaggio e come sempre un grande abbraccio”

Francesco Diversi (atleta): “Quando il nostro Amico Fabio mi ha chiamato non ci volevo credere e ho sperato fino all’ultimo. Non ti sei mai risparmiato a darmi consigli che porterò sempre con me. Il nostro sport perde un vero Campione sia in mare che in terra. Con le lacrime agli occhi ti dico: ciao Bruno!!!”

Francesco Lippi (atleta): “Purtroppo non ho mai avuto la possibilità di conoscerti di persona e di congratularmi con te. Sei sempre stato uno dei miei idoli e ciò raddoppia la mia tristezza e il mio dolore. Ciao Bruno, riposa in pace.”

Andrea Settimi (atleta): “Un uomo…un amico…un grande pescatore e campione…ci siamo divertiti e siamo arrivati fin dall’altra parte del mondo…ti ricorderò cosi, sorridente anche tra le vette di machu picchu. Lontano dal tuo mare, ma sempre in fondo al cuore. Ci mancherai. Un abbraccio immenso…”

Alessandro Falciani (atleta): “Avevo conosciuto Bruno da poco, all’ultimo Campionato di Sant’Antioco, eravamo nel medesimo Hotel e frequentavamo le stesse sale agli stessi orari, e subito si era dimostrato molto cordiale e disponibile, per me era il primo campionato in prima Categoria.
Poi in fiera a Bologna ho avuto l’occasione di parlarci meglio e capire quanto fosse un vero Campione, sia come apneista pescatore, ma soprattutto come persona….ci ha lasciato nell’elemento che più amava, facendo quello che più lo appagava e che per niente al mondo avrebbe mai rinunciato…..ciao Bruno….mi piace pensare che ad ogni tuffo sarai sempre anche con me…
Le più sincere condoglianze a tutti i suoi cari….”

Philippe Carrier (atleta): Ho incontrato Bruno nel 1999 all’Europeo di Menorca dove partecipavo con la squadra nazionale francese, ed è nata subito una amicizia. Sono andato a pescare a casa sua il mese successivo.
Poi, essendo nel team Cressi da 20 anni, abbiamo mantenuto l’amicizia, e lui è venuto a pescare con me in Francia 5 anni fa.
Ogni volta, come tutti, sono stato stupito dal suo incredibile livello, dalla sua stoffa staordinaria. Grazie a te, campionissimo, per avermi fatto sognare e dato la voglia di migliorarmi sott’aqua. Non ti dimentichero mai amico mio. Pace alla tua anima.”

Philippe Carrier e Bruno De Silvestri

Cressi team España

Juan Ramon Perez Cabello (atleta): “Ho incontrato Bruno in diversi campionati europei e mondiali e in Croazia 2010 come Master. Grande fra i più grandi amici, un riferimento mondiale di questo nobile sport, buon mare ovunque tu sia.”

Ricardo González (atleta): “Un piacere aver gareggiato con te Bruno, fantastico nell’acqua e ancora di più fuori.”

Sergio de Julian (atleta): “Grande sportivo e persona sempre con un sorriso sul suo volto. Riposa in pace compagno e buon blu.”

Andrés Pita (atleta): “Ti ho incontrato nel master di Palma 2012, ho un grande ricordo della tua simpatia e dei tuoi scherzi!! Un abbraccio compagno e buon riposo!”

José Luis Fernández (atleta): “Porgo le mie condoglianze per Bruno a tutta la sua famiglia e al mondo del MARE: UN GRANDE RAGAZZO CON TUTTI!”

Valentina Prokic (Presidente CMAS settore Pesca in Apnea e corrispondente per ApneaPassion): “Era l’ottobre del 2001, il mio primo campionato Euro-Africano come giornalista. Il luogo era Arbatax in Sardegna, e il direttore di gara mi portò sulla sua barca al campo gara. Disse “Adesso ti porterò da un grande campione e così avrai delle belle foto con una grande cattura”. E fu in effetti vero; Bruno De Silvestri salì in barca, si presentò, così che ci conoscemmo in mezzo ad una competizione, e mi mostrò una grossa cernia. Ho quindi scattato la mia foto con Bruno e il suo grande sorriso e la sua bella cernia. Non dimenticherò mai la sua disponibilità in quella mia prima esperienza in una importante competizione internazionale… Bruno era un grande atleta e pescatore in apnea e il mondo della pesca in apnea ne sentirà la sua mancanza, ma certamente lui sarà sempre nel blu eterno…”.

Alberto Balbi (fotografo): “È molto difficile in questi momenti trovare una parola o un pensiero …non si può essere lucidi con l’angoscia nel cuore. Con Bruno abbiamo condiviso moltissime trasferte, io come fotografo e lui da grande atleta quale era; un campione e un amico dentro e fuori dall’acqua, sempre disponibile ad un ultima istantanea. L’ho seguito in mondiali, europei e campionati italiani. Un vero Campione, una persona speciale…un amico!”