Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese Spagnolo

Ieri è iniziata ufficialmente la competizione Adriatic Depth Trophy 2020, evento di apnea AIDA e CMAS, che si svolge a Krk, più precisamente vicino a Plavnik. Dopo due giorni di allenamento ufficiale e coordinamento con la squadra di giudici e della sicurezza, è stato il primo giorno di esame vero per Vitomir Maričić, che non è solo l’organizzatore, ma anche uno dei concorrenti e difensore del titolo dello scorso anno.

Adriatic Depth Trophy 2020 vista dal drone

“Non ho intenzione di dire che sta andando tutto liscio, devo ammettere che questo è uno dei progetti più impegnativi della mia vita, ma il feedback dei concorrenti è positivo e tale che è ovvio che non sentono cosa sta succedendo dietro le quinte. Questo è davvero un ottimo lavoro di squadra di AIDA Croazia e di persone e aiutanti locali. Ciascuno dei nostri concorrenti prima e dopo l’immersione sta cercando di contribuire a rendere tutto ancora migliore. Penso che tutti siano qui di più come squadra che come singoli individui. Volontari, subacquei per la sicurezza, tutti quelli che sono qui con noi hanno riservato una settimana in alto mare per questo evento. Abbiamo un eccellente team di medici. Inoltre, giudici di livello mondiale che aiutano con la loro esperienza. È difficile, ma è per questo che possiamo dire che nell’anno COVID abbiamo fatto una delle competizioni più grandi e importanti.” – commenta Vitomir Maričić.

Adriatic Depth Trophy

La competizione è attraente perché i concorrenti possono scegliere qualsiasi disciplina, con o senza pinne durante tutti i 5 giorni della competizione. Ciò consente loro di ottenere il miglior risultato, anche se, come dicono i subacquei, è difficile immergersi nel Quarnero. E poiché i criteri per la registrazione dei record mondiali secondo AIDA e CMAS World Federation per l’apnea competitiva sono soddisfatti, alcuni dei più famosi e migliori freediver si sono riuniti oggi a Krk. È previsto l’arrivo di Alexey Molchanov, il miglior atleta di profondità del mondo, che è sicuramente un candidato per un record del mondo ovunque si presenti. Anche Thibault Guignes, tra i migliori freediver dello scorso anno, è a caccia del record mondiale. E la competizione femminile c’è, l’attuale campionessa del mondo Fatima Korok e l’ex detentrice del record mondiale Sahika Ercumen si batteranno per il titolo femminile nel mare turbolento del Quarnero. www.adriaticfreediving.com è il sito dove è possibile seguire gli eventi ei risultati, e tutti gli interessati possono riunirsi sulla barca da competizione e vedere in prima linea come si presenta in questo sport estremo.

Adriatic Depth Trophy

Igor Hrast, co-organizzatore della competizione, tra i tanti progetti sportivi innovativi come l’Activity Center Krk, palestra all’aperto e parco di allenamento che delizia i membri nazionali e stranieri di anno in anno, sottolinea questo come l’evento sportivo dell’anno. E all’interno dell’Activity Center Krk, quest’anno è stata aperta la base Activity Freediving, il primo centro croato di apnea dietro il quale Vitomir Maričić si distingue per la professionalità, e dove è possibile formare e ottenere una formazione professionale per principianti, avanzati, ma anche istruttori di apnea .

Adriatic Depth Trophy

“Vogliamo sempre essere un passo avanti, osservare cosa sta succedendo nel mondo e portare alle persone qualcosa di nuovo. ACK è l’inizio e la piattaforma per atleti e appassionati, che supportano lo sviluppo di sport ed eventi come questo. Ora è un gara di freediving che ha portato all’apertura del primo centro di apnea nel nostro paese, ma nei piani ci sono un parco estremo, una nuova palestra, poligoni adrenalinici e così via. Noi come città investiamo nella ricerca delle esigenze del mercato mondiale e dello sviluppo dell’area locale attraverso il turismo sportivo e lo sviluppo della comunità. Possiamo tutti ringraziare la leadership intelligente della città di Krk e l’imprenditorialità locale, gli sponsor e il sostegno dei cittadini. Senza di ciò, sarebbe impossibile realizzare progetti sportivi così importanti a livello globale, che ci mettono sulla mappa del turismo sportivo in un contesto completamente nuovo” – commenta Igor Hrast.

L’anno scorso, Petar Klovar ha vinto il premio annuale AIDA Croatia per debuttante dell’anno, che può essere vinto in due stagioni di debutto, ed è qualcuno da non sottovalutare nel futuro dell’apnea croata. Ha deciso di condividere la sua attività di concorrente attraverso il Diving Club Ocean di Rijeka, dove è possibile allenarsi e progredire in questo interessante sport.

Adriatic Depth Trophy“L’apnea mi ha portato tante cose belle, ma anche lo sport in generale, e mi diverto a trasmetterle. Noi di Fiume abbiamo ottime condizioni, soprattutto per l’apnea in piscina e quello che mancava e quello che ci veniva chiesto costantemente ai corsi di apnea era il club che serviresse come base per l’apprendimento, lo sviluppo e la socializzazione degli apneisti. Siamo all’inizio ora, ma abbiamo già un piccolo team che si riunisce per i corsi di formazione e credo che quando le persone ne sentiranno parlare, saranno interessati a praticare questo sport interessante su base regolare” – commenta Petar Klovar.

“In qualità di presidente di AIDA Croazia, vedo le competizioni come il nostro obiettivo e priorità, per avvicinare lo sport e le competizioni a nuove persone, per organizzare competizioni ai massimi livelli per i concorrenti. Anche se l’anno è davvero ingrato per la pianificazione, siamo riusciti a fare 2 gare in piscina e 2 di profondità. Questo è sicuramente il finale di tutto e qualcosa su cui non potevamo nemmeno immaginare di lavorare. Una competizione con lo status di record mondiale per entrambe le federazioni di apnea, con una lista di partenza simile, due linee di gara, 7 giorni… Sono cose davvero seguite in tutto il mondo. I concorrenti che commentano che le condizioni organizzative sono migliori del Mondiale sono il miglior premio e un’indicazione che abbiamo il diritto di aspettarci che questo diventi un punto importante del calendario nei prossimi anni. Spero che le condizioni meteo saranno dalla nostra parte e che con il tempo saremo ancora meglio” – ha concluso Vitomir Maričić.

Per i dettagli sulle pinne Alchemy visitate il sito ufficiale: https://alchemy.gr/