Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese Spagnolo

Dopo aver presentato le pinne T5 George Vasiliou, qualche tempo fa, e averle testate con risultati eccellenti, e pubblicato i Raggi X dell’XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari, ora vogliamo approfondire i dettagli produttivi, le geometrie e il design delle pinne XT Diving Pro T4.

Migliori per quale utilizzo?

Pensate per immersioni da medie a profonde, le pinne XT Diving Pro T4 sono evidentemente focalizzate sulla pesca subacquea, anche nella versione standard, seppur disponibili anche in una versione lunga, in quanto ciò è necessario per adattarsi ai sub più alti, come indica XT Diving Pro.

Materiali

al 100% fibra di carbonio twill standard e bassa quantità di resina per ridurre il peso, caratteristica fondamentale delle pale XT Diving Pro, che le rende particolarmente efficienti e leggere, riducendo lo sforzo e l’affaticamento del pescasub.

Processo produttivo

XT Diving Pro lamina le pinne utilizzando l’alta pressione nella pressa e le alte temperature. Sono necessari due giorni di produzione per le pinne XT Diving Pro T4, sia standard che lunghe, un giorno ad alta pressione nella pressa e un giorno ad alte temperature per la laminazione finale.

Geometrie e aspetto esteriore

Superficie lucida e qualità percepita estremamente elevata per le pinne XT Diving Pro T4, che danno immediata sensazione di leggerezza. Le grafiche sono fuse con la resina per la migliore durata e un risultato di livello superiore. La superficie delle pale non mostra quasi alcun poro nella resina.

Superficie lucina delle pinne XT Diving Pro T4

La punta della pala ha una forma leggermente convessa per una migliore spinta durante la fase finale del calcio, mentre i water rail, di altezza totale costante di 16 mm, sono posizionati lungo metà delle pale, ma sono piccole per evitare interferenze con la flessione del fibra di carbonio, non avere aumento di peso eccessivo e alcuna interferenza con la flessione delle pale, che influirebbe sulla fatica delle gambe. Bisogna ricordare, infatti, che i water rail evitano che l’acqua scivoli eccessivamente lateralmente alla pala anziché lungo la stessa, ma un’altezza ascessiva dei water rail stessi può determinare troppa acqua che rimane sulla pala e conseguente eccessivo carico sulle gambe del pescasub.

Flap delle XT Diving Pro T4

La scarpetta sulla nostra coppia di XT Diving Pro T4 è la KM Dive, la società greca che ha recentemente presentato interessanti prodotti in gomma, dalle cinture per i pesi alle scarpette appunto. Le nuove scarpette Km Dive sono realizzate con 3 diversi composti di gomma naturale vulcanizzata. Gomma morbida posizionata nella parte superiore della tasca per il massimo comfort. Gomma dura posizionata nella parte inferiore della scarpetta per offrire i migliori risultati in termini di trasmissione di energia dal piede alla pala in fibra di carbonio. Una durezza media di gomma morbida e dura è posizionata sulla punta della scarpetta per dare la possibilità alla pala di lavorare senza cambiare il suo funzionamento tecnico. La gomma con guida a sezione a T crea i binari per la pala, dando la possibilità di non incollarla tutta. Le protezioni UVA e UVB vengono aggiunte alla mescola di gomma naturale. Le scarpette Km Dive sono disponibili completamente in nero e in 3 diverse colorazioni mimetiche.

Scarpetta della KM Dive – vista superiore
Scarpetta della KM Dive – vista inferiore

L’angolo tra la scarpetta e la pala è di 24 °, un valore abbastanza standard che offre buone prestazioni ed è facile da usare per tutti i pescasub, senza bisogno di abilità tecniche estreme o condizione fisica perfetta.

Angoli scarpetta-pala delle pinne XT Diving Pro

Le dimensioni delle pale XT Diving Pro T4 misurate da AP sono pari ad una lunghezza di 62 cm dalla curva della pala sotto la scarpetta fino alla punta del flap, e 56,5 cm lateralmente al flap, valori non particolarmente elevati, confermando che queste pinne sono effettivamente per un uso a media profodnitàua, ma flessibili per l’uso in acqua bassa, grazie alle dimensioni contenute, e in profondità, grazie alle loro elevate prestazioni e qualità. La larghezza massima della pala misurata all’interno dei water rail è di 18,3 cm. Lo spessore della pala va da 0,48 mm sulla punta, un valore abbastanza basso che consente un’ottima flessione della parte terminale del flap, a 1,00 mm a media lunghezza e 1,38 mm davanti alla scarpetta.

Flessione

XT Diving Pro ha già dimostrato le sue grandi capacità di produrre pinne in fibra di carbonio con le pale T5 George Vasiliou. XT Diving Pro indica il tipo di flessione delle T4 come Middle End, Type 4, come visibile nell’immagine qui sotto, il che significa che la flessione viene spostata tra il centro e la punta della pala.

Curve di flessione delle pale XT Diving Pro

In particolare questo effetto si ottiene stratificando i fogli in fibra di carbonio in posizioni specifiche e tagliando i loro profili con una forma a V. In particolare le T4 hanno 2 profili a forma di V tra gli strati di fibra di carbonio, creando in qualche modo un’immagine a X visibile in controluce sulla pala.

Per scaricare e leggere tutti i dati tecnici delle pinne XT Diving Pro T4 fare clic su Data Chart XT Diving Pro T4 fins