Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese Spagnolo

Dopo aver presentato le pinne T5 George Vasiliou  e aver testato le T5 George Vasiliou con risultati eccellenti, ora vogliamo approfondire i dettagli sul processo di produzione, le misure e il design dell’XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari, che prende il nome forte atleta italiano detentore del record italiano no-limits con – 185,1 metri.

Migliori per quale utilizzo?

Evidentemente le pinne XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari sono le pinne di punta per l’apnea, in particolare le immersioni profonde, e questo può essere rilevato sia dalla loro lunghezza, la maggiore fra tutte le pinne XT Diving Pro, a indicare che non sono particolarmente adatte ai pescatori in apnea, sia dal processo di produzione, che indica il massimo della qualità di questo prodotto.

Materiali

100% fibra di carbonio twill.

Processo di produzione

XT Diving Pro effettua la laminazione delle pale utilizzando l’alta pressione nella pressa e le alte temperature. Un processo estremamente lungo consente di avere qualità e prestazioni eccellenti secondo quanto indicato dall’azienda, il che significa 8 giorni di produzione necessari per le pale XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari, quattro giorni ad alta pressione nella pressa e quattro giorni ad alte temperature per la laminazione finale.

Design e aspetto esteriore

Superficie lucida e altissima qualità percepita per le pinne XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari che danno l’immediata sensazione di forza e robustezza. Le grafiche sono fuse con la resina, inclusa la firma del grande campione, per una migliore durata. La superficie delle pale non mostra quasi alcun poro nella resina.

Pinne XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari

La punta della pala ha il classico profilo Pteryx, che ha un andamento leggermente concavo, mentre i water rail, di altezza totale costante di 16 mm, sono posizionati lungo tutta la lunghezza delle pale, tagliando gran parte dei longheroni delle scarpette Km Dive , ma sono piccoli per evitare interferenze con la flessione della fibra di carbonio e ridurre al minimo l’aumento di peso, che influirebbe sulla fatica delle gambe. Si ricorda, infatti, che i water rail evitano che l’acqua scivoli eccessivamente lateralmente alla pala anziché lungo la stessa, ma un’altezza ascessiva dei water rail può determinare che troppa acqua rimanga sulla pala con conseguente caricamento eccessivo sulle gambe del pescatore in apnea.

Profilo terminale delle pale Pteryx Andrea Zuccari

Le scarpette sul nostro paio di Pteryx Andrea Zuccari sono Km Dive, la società greca che recentemente ha presentato interessanti prodotti in gomma, da pesi, cinture per pesi, mulinelli e, appunto, scarpette e altro ancora.

Scarpette Km Dive

L’angolo tra la scarpetta e la pala è di 29°, un angolo di alto valore che offre le migliori prestazioni, ma che richiede una buona tecnica e atleti ben allenati.

Angolo pala-scarpetta delle pinne XT Diving Pro

Le dimensioni dell’XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari misurate da AP indicano una lunghezza pari a 73 cm dalla curva sotto la scarpetta fino alla punta della pala centralmente e 73 cm lateralmente, valori sicuramente importanti. La larghezza massima della pala misurata all’interno dei water rail è di 18,7 cm. Lo spessore della pala va da 0,57 mm sulla punta dell scarpetta, un valore estremamente basso che consente una flessione molto facile della parte terminale della lama, a 0,78 mm a metà lunghezza, anche qui un valore molto basso, che indica la flessibilità dell’intero lama.

Flessione

XT Diving Pro ha già dimostrato le sue grandi capacità di produrre pinne in fibra di carbonio con le pale T5 George Vasiliou. XT Diving Pro indica il tipo di flessione delle pinne Pteryx Andrea Zuccari posizionato all’inizio della pala, davanti alla scarpetta, un aspetto che come ApneaPassion consideriamo estremamente positivo in tutte le condizioni di utilizzo. La curva di flessione è visibile nell’immagine sottostante.

Bending profiles of XT Diving Pro fins

In particolare, questo effetto di flessione su tutta la pala si ottiene stratificando i fogli di fibra di carbonio in posizioni specifiche e tagliando i loro profili con una forma a V.

Per scaricare e leggere tutti i dati tecnici delle pale XT Diving Pro Pteryx Andrea Zuccari fai clic su data Chart XT Diving Pro Pteryx AZ.

Breve presentazione da parte di Andrea Zuccari

We have finally asked the great Italian Champion Andrea Zuccari to tell us something personal about these fins and the choices made in their design.

Andrea Zuccari: “Ad oggi abbiamo due pale XT Diving progettate da me, le Pteryx e le Training.

Le Pteryx sono pinne per apnea pura, tendenzialmente morbide, che flette immediatamente dopo la scarpetta, con un angolo di 29 gradi, e che richiedono una pinneggiata breve e ad alta frequenza per poterle sfruttare al meglio.

La costruzione è sempre quella di una pinna in carbonio al 100% che vuole entrare nel mercato come offerta per un apneista che ha appena iniziato, che vuole una pinna in carbonio, ma che non è disposto a spendere una fortuna.

Il rapporto con XT è nato grazie a un amico comune che ci ha messo in contatto. Io volevo un’azienda che potesse e volesse ascoltare i miei consigli. XT Diving Pro è già molto forte nel settore della pesca in apnea e voleva entrare nell’apnea.

Non penso che ci sia una pinna che sia migliore delle altre in modo assoluto, ma sicuramente c’è una pinna che si adatta meglio alla tua tecnica e ai tuoi bisogni. Pteryx ha una reattività incredibile come non avevo mai provato prima.”