Questo contenuto è disponibile anche in: English (Inglese) Español (Spagnolo)

Lanciato quest’anno come novità da Cressi, il fucile pneumatico 100% Made in Italy è la versione “Vuoto” della Saetta, con anche alcune ottimizzazioni rispetto al modello standard. Il nuovo gioiello dell’azienda italiana vede tutte le soluzioni più avanzate: il sistema Vuoto con una testata incredibilmente leggera e compatta, un serbatoio interno con un disassamento record rispetto a quello esterno, inclusa una linea di mira sagomata e disegnata sulla parte superiore della maniglia e sulla canna esterna e con regolazione della potenza. Solo la leva reggisagola inferiore appare vecchio stile rispetto a tutte le avanzate innovazioni del Saetta Pro.

Cressi Saetta Pro 88
Cressi Saetta Pro 88

Contenuti e design

La qualità Cressi non ha davvero bisogno di essere ricordata, in quanto la società italiana ha il know-how e i processi di produzione interni per assicurare risultati sempre di alto livello. Ciò si aggiunge alla strategia dell’azienda di lanciare sempre nuovi prodotti solo con i tempi giusti e senza fretta eccessiva, evitando in tal modo potenziali rischi per il controllo del livello di qualità.

Ben rifinito, il Cressi Saetta Pro è tradizionale nel colore dell’impugnatura, bianco per la migliore visibilità sul fondo del mare, canna nera; ogiva e grilletto sempre nere, e linee disegnate per il logo e la linea di mira grigie.

Profilo del Saetta Pro 88

Il Cressi Saetta Pro, abbiamo analizzato gli 88 cm, viene fornito in una busta contenitore in plastica sicuramente non pensata per l’uso quotidiano, con la pompa, un’asta tahitiana di diametro 7,5 mm in acciaio inossidabile di altissima qualità, la maniglia di ricarica (ben posizionata in un alloggiamento all’interno l’impugnatura) e il monofilo in nylon completo di ammortizzatore in gomma.

Per il miglior prezzo on-line garantito del cressi Saetta pro clicca qui.

Impugnatura

Fondamentale per uno colpo preciso, l’impugnatura della Saetta Pro, in tecnopolimero caricato vetro (30%), ha un angolo tra la canna e l’impugnatura pari a 130 °, considerando per l’impugnatura il profilo posteriore, dove il palmo della mano aderisce determinando l’inclinazione del polso rispetto all’avambraccio. L’impugnatura stessa ha una forma anatomica e simmetrica, in modo da adattarsi sia ai mancini che ai destrorsi, ed è coperta da uno strato di gomma punteggiato bianco che offre una presa perfetta. La gomma è in TPE, elastomero termoplastico. Il grilletto è spesso nella direzione longitudinale ed è realizzato anch’esso in tecnopolimero caricato vetro (30%). Anche la leva reggisagola è nello stesso materiale e si trova sotto il grilletto, una soluzione un po ‘vecchio stile per un fucile pneumatico con soluzioni molto avanzate. Tuttavia, Cressi indica che la leva è stata comunque ottimizzata nella forma rispetto a quella della versione standard della Saetta.

Impugnatura Saetta Pro lato sinistro

Nella parte superiore sinistra dell’impugnatura troviamo la leva del regolatore di potenza, realizzata in acciaio con un anello di gomma per aumentare la presa, mentre a destra è presente il sistema di sicurezza per il grilletto, ben realizzato, visibile e perfettamente percepibile quando si impugna il Saetta Pro, avvisando il pescatore in apnea del sistema in posizione di blocco o rilascio. In effetti, se il pescatore percepisce il dente del sistema di sicurezza, significa che il fucile penumatico ha la sicura inserita.

Impugnatura Saetta Pro lato sinistro

Serbatoi

Le canne esterne e interne sono fondamentali per l’intero funzionamento del fucile. Il materiale delle due serbatoi è in Anticorodal anodizzato. L’aspetto principale del design del Cressi Saetta Pro è il disassamento dei due serbatoi, dove quello interno viene spostato verso l’alto di 5,5 mm rispetto al centro di quello esterno. Questo valore è praticamente un record sul mercato e aumentato rispetto alle versioni precedenti di fucili pneumatici di Cressi. In effetti questa soluzione rivoluzionaria è stata inventata e prodotta per la prima volta quasi 20 anni fa da Cressi, che in realtà l’aveva brevettata e ha mantenuto questa soluzione esclusiva per lungo tempo, rilasciando infine il brevetto e aprendo il mercato ad altri concorrenti.

Serbatoi interno ed esterno del Cressi Saetta (Pro) disassati

Con tale soluzione la distanza tra la linea di mira e l’albero è ridotta da 20 mm a 14,5 mm. Ciò offre un ottimo vantaggio nell’impostare la linea di mira e, insieme alla linea sagomata e disegnata sull’impugnatura e sulla canna esterna, il punto debole della fucile pneumatico riseptto all’arbalete viene decisamente ridotto.

Linee di mira superiori del Saetta Pro

La canna esterna è in Anticorodal anodizzato e le sue dimensioni sono 690 mm di lunghezza e 40 mm di diametro esterno, mentre lo spessore delle pareti è di 1 mm. Cressi indica il valore della pressione del serbatoio da impostare pari a 16 bar come valore base, con un intervallo da 16 a 20 bar.

Il serbatoio interno ha un diametro di 13 mm, garantendo una maggiore potenza, ma anche un caricamento che risulta più duro rispetto alla soluzione da 11 mm. La lunghezza dalla punta della testa al meccanismo di rilascio è pari a 850 mm.

Testata

È una parte fondamentale di Cressi Saetta Pro, in quanto la società italiana è riuscita a ridurre notevolmente dimensioni e peso (70 grammi), rendendo la testata del nuovo fucile tra le più piccole e leggere sul mercato (nella soluzione Vuoto).

Testata del Saetta Pro a CAD 3D

Ciò è stato ottenuto senza ridurre le dimensioni dell’ammortizzatore all’interno della testa, che alcuni concorrenti hanno invece minimizzato per ottenere tale ulteriore compattezza, ma evidentemente riducendo la resistenza del componente stesso. Componente monopezzo realizzato in Anticorodal anodizzato (lega di alluminio con magnesio, manganese e silicio) più la punta aggiuntiva avvitata per il posizionamento della guarnizione in gomma necessaria per la soluzione Vuoto, la testata è uno dei componenti tecnici punti di forza del Saetta Pro, dove evidentemente non sono presenti buchi in quanto non è necessario spostare l’acqua dalla canna interna verso l’esterno.

Testata del Saetta Pro

Il sistema Vuoto utilizzato ha una guarnizione vuota STC. L’ogiva è realizzata in tecnopolimero caricato vetro al 30% e ha un anello scorrevole in acciaio cementato.

Punta della testata del Seatta Pro

Pistone

Un altro miglioramento rispetto alla versione standard del Saetta è stato applicato al Saetta Pro, e ciò riguarda il pistone che ora è più leggero e ha un sistema di bloccaggio dell’asta migliorato. Il materiale del pistone è ancora acciaio Derlin e Nichel Chromo. DELRIN® è una plastica che offre un eccellente equilibrio di proprietà che colma il divario tra metalli e materie plastiche. DELRIN® possiede un’elevata resistenza alla trazione, resistenza all’usura e tenacità; presenta inoltre un basso assorbimento di umidità; è chimicamente resistente agli idrocarburi, ai solventi e ai prodotti chimici neutri e ha un’elevata resistenza alla fatica.

Saetta Pro design del pistone 3D a CAD

Per la tabella dei dati tecnici di Cressi Saetta Pro, fare clic su Cressi-Saetta-Pro-88-Chart.pdf.

Per le tabelle di pompaggio del Cressi Saetta Pro clicca Cressi Saetta Pumping-Pressure-Length chart.

Presto pubblicheremo un test in mare del nuovo Cressi Saetta Pro con il nostro nuovo esperto di fucili pneumatici…stay tuned…nel frattempo, dei bei risultati, con la cattura di una enorme leccia, ottenuti da Angelo Ascione, atleta Nazionale.

Angelo Ascione leccia catturata con il Cressi Saetta Pro
Angelo Ascione in acqua: leccia catturata con il Cressi Saetta Pro